Immaginate l’atmosfera di un giardino dal sapore vintage con sedute in legno e ferro battuto, tavolini dal gusto provenzale, vasi in vetro ricavati da grandi barattoli che accolgono mazzi di lavanda e fiori essiccati, candele profumate, angoli relax, riviste da leggere e un angolo per le erbe aromatiche.

Mettete a fuoco l’insegna incorniciata come un quadro e scoprirete di essere al Clandestino – Beer Garden in Montagnola, il bistrot a cielo aperto (gestito da Good Vibes) di Montagnola Summer, la rassegna estiva a cura di Arci Bologna e Antoniano onlus che ha animato il Parco della Montagnola dal 8 giugno al 5 settembre.

Montagnola Summer è tante cose: jazz, musica dal vivo, buon cibo, ottimi drink, cinema e relax nel verde. Il Clandestino ne diventa palcoscenico accogliendo giovani, adulti e turisti in ogni momento della giornata, dal pranzo alla cena senza rinunciare al momento dell’aperitivo. Grazie a una fitta programmazione musicale con eventi tutti i giorni affiancata da una proposta gastronomica di qualità si rivela una bella alternativa per l’estate in città.

Dal 14 luglio torna Montagnola Jazz Club e si accendono i riflettori sulle stelle del jazz: dieci concerti sotto la direzione artistica di Piero Odorici trasformano il parco in un jazz club dal sapore newyorkese, dove i migliori artisti del panorama jazz italiano e internazionale attirano appassionati e curiosi.

Ogni concerto è un evento: c’è chi arriva per cena e chi allo scendere della sera. E tutti attendono lo spegnersi delle luci e il momento in cui sotto le fronde appariranno gli strumenti lucidati per l’occasione. Al risuonare della prima scala cala il silenzio e come una sinfonia il jazz invade il parco attraversando i platani, i tigli e gli ippocastani.

È magia, è poesia, è musica, è estate.

A due passi dal Clandestino campeggia una grande tenda circolare: è lo Spazio Verde che da tanti anni ospita il centro estivo per i bambini. Un’occasione di trascorrere le vacanze per chi resta in città.

Quest’anno gli educatori specializzati Arci hanno preparato un programma legato al tema del gioco del raccontare con esperienze di teatro, narrazione, illustrazione. Non mancano le gite giornaliere, un’intera giornata in piscina e i momenti di tranquillità e gioco libero.
Come ogni anno è stato un successo su più fronti: 40 presenze medie alla settimana, 170 iscritti, 550 presenze totali, 2 volontari, 2 tirocinanti, 4 servizi civili, 1 segreteria, 2 responsabili, 1 coordinatore, 10 educatori.

Poi un giorno ci siamo tolti le scarpe e A piedi nudi nel prato ci siamo accomodati, e con gli occhi incollati al grande schermo abbiamo visto bellissimi film, dai capolavori del passato alle più meritevoli novità.
Dalla musica al cinema il passo è stato breve: una rassegna cinematografica nel parco con proiezioni per grandi e piccini ogni martedì e venerdì organizzata da Free Montagnola e Gruppo Montagnola.

“..ma com’è bella la città se ci sembra di essere al mare…” cantava Luca Carboni, a noi quell’aria di mare manca già e con la nostalgia che resta salutiamo questa bellissima estate in giardino al Parco della Montagnola.
E per consolare le grigie giornate invernali ci sono le foto scattate e gentilmente concesse da Massimiliano Martinelli che ci ha regalato momenti e attimi da sfogliare ogni volta avremo voglia di sognare un po’.

GUARDA QUI LE FOTO DI MONTAGNOLA SUMMER