Il Parco e la sua storia

156946_1704311177246_1522007857_31683944_2489616_nIl Parco della Montagnola è stato il primo vero giardino pubblico di Bologna ed è l’unico di una certa dimensione all’interno del centro storico. La sua posizione tra la stazione ferroviaria e l’autostazione delle corriere ne fa, da una parte, un luogo nevralgico della città – di fatto ne è quasi la “porta” di accesso per chi viene da fuori – dall’altra un punto di aggregazione.

Nato sulle macerie della rocca di Porta Galliera, con un aspetto molto diverso dall’attuale, fu parzialmente destinato all’uso pubblico nel 1662.
La sistemazione definitiva del parco si deve al periodo napoleonico e in qualche misura allo stesso Napoleone che, nei tre giorni in cui sostò a Bologna, si preoccupò di dare alla città qualche segno di impronta tipicamente francese.

L’8 agosto 1848 il Parco della Montagnola fa da scenario a un’importante battaglia risorgimentale, quella che determina la cacciata degli austriaci dalla città in seguito a un’insurrezione popolare. Alla fine dell‘Ottocento il Parco viene dotato di un nuovo ingresso scenografico sul lato prospiciente il recente edificio della stazione.
Nel 1903 viene inaugurato il monumento ai caduti dell’VIII agosto, opera di Pasquale Rizzoli (1871-1953), ben visibile sul lato antistante la piazza che da questa data trae il nome.

Già dal piazzale della stazione è possibile intravedere la monumentale scalinata d’ingresso risalente alla fine dell’Ottocento – il Pincio di Bologna, realizzato nel 1896 su progetto di Tito Azzolini e Attilio Muggia, alla cui base si trova una fontana scolpita da Diego Sarti e Pietro Veronesi.

All’interno del parco è collocata una vasca circolare costruita in occasione dell’Esposizione Emiliana del 1888 contenente delle sculture di animali ad opera di Diego Sarti.
Ricordato da illustri letterati come Montesquieu e Stendhal, il parco ospita al suo interno alcuni imponenti Platani secolari, oltre a filari di Tigli ed Ippocastani. Una visione più suggestiva la si ha guardando il parco da Piazza VIII Agosto, dove il venerdì e il sabato si svolge uno dei mercati più importanti di Bologna con esposizione di abiti, biancheria, tessuti, scarpe,  utensili, usato e artigianato. Nei giorni di mercato, specialmente nei mesi più tiepidi, diventa luogo di ritrovo per centinaia di giovani.

 

Ultime News

Altre news »