DAVID HAZELTINE QUARTET

DAVID HAZELTINE QUARTET

  • Data > 18/07/2015
  • Orario > 21:00
  • Dove > Area Spettacoli
  • Età > 0-99
  • Ingresso > gratuito

“Featuring legendary drummer Louis Hayes”

 

David Hazeltine, Piano

Piero Odorici, Sax tenore

Aldo Zunino, Contrabbasso

Louis Hayes, Batteria

 

David Hazeltine è uno dei pianisti che ha forgiato con successo il suo proprio stile. Le sue maggiori influenze si estendono da Art Tatum a Bud Powell fino ai grandi maestri viventi come Buddy Montgomery, Barry Harris e Cedar Walton. David ha fatto il suo debutto professionale all’età tredici anni a Milwaukee e successivamente a Chicago e a Minneapolis, dove ebbe l’occasione di suonare con grandi jazzisti come Charles McPherson, Eddie Harris, Sonny Stitt, Pepper Adams e Chet Baker il quale lo invitò a trasferirsi a New York. Stabilitosi a New York nel 1992, David si è subito inserito nell’ambiente musicale costituendo un proprio trio con Louis Hayes alla batteria e Peter Washington al contrabbasso: da quel momento è richiestissimo anche come sideman e lavora con Freddie Hubbard, James moody, Faddis-Hampton-Heat Sextet, Carnegie Hall Big Band, Louis Hayes Quintet, Marlena Shaw (della quale è anche il pianista arrangiatore e direttore musicale) ecc.  Nel 1996 registra il suo primo Cd come leader dal titolo Four Flights Up (featuring Slide Hampton,) Ad oggi vanta più di cinquanta incisioni sia come leader che come sideman.

 

Louis Hayes, è uno dei batteristi che hanno fatto la storia del jazz. Si trasferisce a New York nell’agosto del 1956 per sostituire Art Taylor nel Quintet Horace Silver col il quale rimane fino al 1959 anno in cui si unisce al quintetto di Cannonball Adderley con cui rimase fino alla metà del 1965, fa parte del trio di Oscar Peterson Trio dal 1965 al 1967. Nel 1967 comincia la sua attivitá di leader formando una serie di gruppi; tra i suoi sideman erano Freddie Hubbard, Joe Henderson, Kenny Barron, e James Spaulding ecc. Naturalmente la lista dei musicisti che hanno collaborato con Hayes è lunghissima: Miles Davis, John Coltrane, Kenny Burrell, Freddie Hubbard, Bobby Timmons, Hank Mobley, Booker Little, Tommy Flanagan, Cecil Taylor, McCoy Tyner, Ray Brown, Joe Henderson, Gary Bartz, Dexter Gordon Curtis Fuller , Woody Shaw e innumerevoli altri … ha condotto le sessioni per la Vee-Jay (1960), Timeless (1976), Muse (1977), Candid (1989), Steeplechase (1989-1994), e TCB (2000-2002).

 

Piero Odorici, nato a Bologna, inizia lo studio del sassofono all’età di dieci anni. Dopo avere compiuto studi classici, si appassiona alla musica jazz sotto la guida di Sal Nistico e Steve Grossman, due tra i più grandi sassofonisti del jazz moderno. Inizia poi la sua carriera artistica, suonando sia come leader che come sideman con diverse formazioni italiane e straniere, andando in tour in Italia, Francia, Germania, Grecia, Finlandia, Canada, Inghilterra e partecipando a trasmissioni televisive e radiofoniche. Nel corso della sua carriera artistica ha collaborato con musicisti di fama mondiale come George Cables, Cedar Walton, Eumir Deodato (con i quali suona stabilmente), Billy Higgins, Slide Hampton, Eddie Henderson, Ben Riley, Jimmy Cobb, Sal Nistico, Steve Grossman, Red Rodney, Jack Walrath, Lee Konitz, Joe Lovano, Elliot Zigmund, Steve Lacy, Billy Hart, Steve Gadd, Peter Bernstein, Jack McDuff, Mingus Big Band, Vincent Herring, Joey Di Francesco, One For All, John Hicks, Alvin Queen, Ronnie Mathews, Curtis Fuller, Antonio Faraò, Enrico Pieranunzi, Massimo Urbani, Roberto Gatto, Danilo Rea, Larry Nocella, Tullio De Piscopo … Si è esibito nelle principali città degli Stati Uniti (New York, Boston, Philadelphia…) È stato spesso invitato a partecipare ai più importanti festival jazz europei: Umbria Jazz, Orvieto (Umbria Jazz Winter), Gran Parade du Jazz di Nizza, Pori Jazz Festival, Festival Jazz di Salonicco, Nord Sea Jazz e molti altri… Ha inoltre suonato varie volte in “storici” Jazz Club come il Ronnie Scott’s a Londra, il New Morning ed il Sunset a Parigi. Nel panorama della musica pop ha inciso e suonato in tour con Lucio Dalla, Gianni Morandi, Biagio Antonacci, Luciano Pavarotti, Jovanotti, Vinicio Capossela, Rossana Casale, Gloria Gaynor, George Michael, Grace Jones, Tiziano Ferro, Ornella Vanoni e molti altri. Ha registrato a New York nell’autunno 2011 il suo ultimo Cd prodotto dal leggendario pianista Cedar Walton dal titolo Cedar Walton presents “Piero Odorici with the Cedar Walton Trio” per l’etichetta discografica Savant e distribuito dalla WEA Warner’s in tutto il mondo dal 27 Marzo 2012.

 

Aldo Zunino nasce a Genova All’età di diciassette anni, dopo lo studio del pianoforte e della chitarra, inizia a suonare il contrabbasso. Già a diciotto anni intraprende la sua carriera professionale suonando in tutto il Nord Italia con i musicisti più rappresentativi del territorio. Vince nel 1992 il premio “AICS JAZZ” ed inizia la sua attività didattica nella scuola di Jazz del “Louisiana Jazz Club” e nella ” Scuola Jazz di Quarto”. La sua attività concertistica si è ormai estesa in vari paesi: Francia, Germania, Gran Bretagna, Svizzera, Slovenia, Croazia, Spagna. I Festival Internazionali e Nazionali a cui ha partecipato sono numerosi: Umbria Jazz, Leverkusen, Ivrea, Le Mans, Ascona, Fano, Lugano, Sant’Anna Arresi, Villa Celimontana (Roma), Monteroduni e naturalmente i Festival del Golfo Paradiso e di Genova Jazz. Ha inoltre suonato in “storici” Jazz Club come il Ronnie Scott’s a Londra, il New Morning ed il Sunset a Parigi. Lunghissimo è l’elenco delle sue collaborazioni. Tra gli italiani si ricordano: G. Basso, F. D’Andrea, E. Rava, P. Tonolo, R. Zegna, M. Gianmmarco, L. Bonafede, F. Cerri, G. Cuppini, G. Cazzola, T. De Piscopo, Fresu. Tra gli stranieri: Benny Golson, Art Farmer, Jimmy Cobb, Tommy Flanagan, Joe Chambers, Gary Bartz, Harry Sweets Edison, Clark Terry, Ben Riley, Kanny Burrell, Lester Bowie, Junior Mance, Albert Heath, Cedar Walton, Tony Scott, Nat Adderley, Clifford Jordan, Horace Parlan, Shirley Scott, Kenny Davern, Alfred Kramer, Paul Jeffrey, Ralph Sutton, Bob Wilber, Jerry Bergonzi, Alvin Queen, Bryan Lynch, Carl Fontana, Conte Candoli, Joe Newman e Lew Tabakin.

 

INFO, INGRESSO E RISTORAZIONE

All’interno dell’area adibita alla ristorazione la consumazione è obbligatoria, all’esterno del club si potrà assistere ai concerti gratuitamente.

 

Ristorazione a cura di: È CUCINA di Cesare Marretti
Info e prenotazioni: 349/9205749
Aperto tutti i giorni dalle ore 12.00 alle ore 01.00 orario continuato.
In caso di maltempo i concerti e la ristorazione si terranno presso È CUCINA di Cesare Marretti, via Leopardi 4, angolo via Marconi (BO).

 

 

Montagnola Music Club 2015 è a cura di:

Gruppo Montagnola e Associazione Nu Flava

 

 



[social_share/]
DAVID HAZELTINE QUARTET

Ultime News

Altre news »